Chi siamo

written by Associazione Forestieri December 17, 2016
Momenti di convivialità

Siamo persone che vivono in campagna.
Non una particolare comunità, o circolo, non un’associazione di amici.
Siamo proprio tante persone che vivono nelle valli e sui colli, e che spontaneamente hanno creato quella che si può definire “una rete”, per intenderci.
Viviamo su un territorio vasto, quasi difficile da ben definire. Compreso tra Tortona e l’appennino, ma non solo, gli amici d’altronde non hanno confini. Ed in questo territorio viviamo ed interagiamo.
Siamo giovani insediati sui colli e sui monti, esodati dalle città e dalle pianure intasate.
Ma siamo anche anziani che accolgono questi giovani e passano loro quei saperi che sempre più rischiano di esser perduti.
Siamo persone insediate e persone indigene.
E siamo pure bambini che affondano le radici delle nuove generazioni.
Siamo tanti, difficile dire esattamente chi siamo o quale sia il nostro profilo. Semplicemente viviamo tutti qua nei dintorni, nei paesi, nelle frazioni, nelle cascine, con un profondo senso di appartenenza a questo territorio e alla sua cultura a cui vien dato un nuovo soffio di vita grazie a questi moderni scambi generazionali.

C’è chi si occupa di agricoltura e allevamento, chi fa il formaggio, chi il vino, chi il pane. C’è chi lavora nella ristorazione nei bar e negli agriturismi. E pure impiegati, liberi professionisti, ricercatori, informatici, artisti. Chi si ingegna, chi si arrangia, chi si improvvisa. Ma non ci si sente mai veramente da soli.
Un po’ grazie alla solidarietà tra i “forestieri” e un po’ grazie a degli “indigeni” accoglienti.

Tutti abbiamo trovato nel vivere in campagna una qualità della vita migliore, sana, fatta di relazioni sociali vere, sincere. Una vita a misura d’uomo.

Con questa associazione vogliamo ufficializzare un processo che già esisteva ed ha già dato i suoi frutti, permettendo, quasi inconsapevolmente, l’insediamento di questi nuovi forestieri in fuga da stili di vita insostenibili. Creando nuove realtà, rafforzando e ripopolando le piccole comunità rurali sull’orlo dell’estinzione e dell’abbandono.
Vogliamo coinvolgervi e aiutarvi anche a voi se siete interessati alla campagna ma non avete idea di come fare ad approcciarvi, come del resto accadde per molti di noi!

Ma vogliamo anche che siate pure voi ad aiutarci, perchè qua da fare ce n’è parecchio.
Abbiam bisogno di aiuto per recuperare territori idrogeologicamente instabili, campi incolti, paesi deserti, cascine abbandonate.
Abbiamo bisogno di aiuto per salvare un’enorme fetta di cultura contadina, patrimonio dell’umanità, detenuta nella memoria di tanti anziani che attendono di esser interrogati per riaprire quel flusso interrotto da più di cinquant’anni di illusione e ostentazione di ricchezze mondane, e tramandare sapienza, tradizioni, capacità
altrimenti ignorate e perdute per sempre.

Non siate schivi, venite a trovarci.
 

Ti potrebbe anche interessare...